Ragazza capelli shatush
Capelli

Come coprire lo shatush con il decapaggio

Lo shatush è una tecnica di colorazione delle punte dei capelli in un colore diverso da quello del resto della chioma. In questi anni è molto di moda ed utilizzato: in giro abbiamo visto tutti shatush biondi, grigi o scuri che ricoprono una parte dei capelli mettendo in evidenza il forte contrasto tra colori chiari e scuri.

Si tratta di un colore artificiale che però può ad un certo punto stufare e allora bisogna ricorrere a qualche intervento, ovviamente nei saloni di parrucchieri, per rimuoverlo completamente senza danneggiare i capelli e il cuoio capelluto.

La tecnica consigliata perché valida ed efficace nonché sicura è il decapaggio, a meno che non si voglia procedere ad un taglio netto o ad una nuova tinta coprente su tutta la testa.

Coprire lo shatush con il decapaggio

Il decapaggio è la soluzione ottimale per ritornare ad un colore omogeneo sia esso rosso, biondo o castano. Si tratta di un processo contrario alla decolorazione nel quale si toglie il colore ai capelli riportandoli al loro colore naturale.

Come per fare lo shatush i tempi sono piuttosto lunghi ma i parrucchieri lo consigliano perché con le apposite tecniche è un trattamento che non arreca danni enormi ai capelli e rimuove tutti i tipi di colori: colpi di sole, tinte totali, meches, punte colorate ed ogni tipo di colorazione o decolorazione.

Il trattamento decapante va fatto in salone e ci si deve affidare a professionisti esperti che utilizzano prodotti specifici di qualità. Solitamente il tempo di posa per il trattamento è di circa trenta minuti e al termine i capelli saranno pronti anche ad un’eventuale nuova tinta.

Altre tecniche per coprire lo shatush?

Il decapaggio come detto è la migliore tecnica per coprire lo shatush, e la più sicura per la protezione dei capelli, ma esistono anche altri modi per togliere il colore, quasi mai consigliati dai parrucchieri.

Si può procedere con una nuova tinta almeno di due toni più scuri rispetto a quello dello shatush: il problema si presenterà però dopo qualche settimana quando il colore tenderà a scaricare e allora la tinta avrà un aspetto indefinito. L’effetto coprente infatti non dura molto e addirittura lo shatush si tornerà a vedere in particolare su quelle ciocche o punte che erano state decolorate in precedenza.

Un’alternativa al decapaggio può essere anche la decolorazione completa ma questo metodo mette a dura prova la salute del capello. Si potrebbe tentare su uno shatush biondo perché così si elimina tutto passando ad un tono di colore molto chiaro ma una volta fatta questa operazione la chioma ne rimarrà ferita perché il risultato saranno le doppie punte e un effetto crespo che non se ne andrà più, a meno che non si proceda ad un taglio netto dei capelli.

Come detto il decapaggio è l’unica soluzione efficace e sicura per eliminare definitivamente lo shatush.

Foto copertina by Anna Demianenko on Unsplash.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi