Cetearyl alcohol proprietà e benefici

Il Cetearyl Alcohol, ovvero l’Alcool Cetilico, è una miscela di alcoli grassi di origine vegetale, nonché un ingrediente utilizzato come emulsionante nei prodotti cosmetici, persino in quelli eco bio. Viene aggiunto allo scopo di rendere le creme più consistenti, più viscose e scorrevoli, ma per via della dicitura “alcohol” in molti sono erroneamente convinti che si tratti dell’alcool denaturato, confondendo le due sostanze. Niente di più falso!

Per questo è il caso di fare un po’ di chiarezza e di parlare nel dettaglio delle proprietà del Cetearyl Alcohol, che cos’è, se può fare male e le principali caratteristiche che lo differenziano dal tanto temuto alcool denaturato.

Le proprietà del Cetearyl Alcohol e in quali cosmetici è contenuto

Innanzitutto, spieghiamo meglio che cos’è un emulsionante e qual è la sua precisa funzione all’interno di un cosmetico. Viene impiegato per la sua azione addensante ed emolliente, e leggendo le etichette di specifici prodotti lo possiamo trovare celato sotto varie diciture: Cetearyl Alcohol, appunto, ma anche Cetyl Alcohol e Mirystyl Alcohol, che sono altri due emulsionanti.

Si presenta come un materiale bianco e solido e rende le creme più corpose e facili da stendere sulla pelle senza tuttavia appesantirle. Lo troviamo solitamente nelle creme solari, in quelle idratanti, rassodanti e antirughe.

Cetearyl Alcohol e Alcool Denaturato: quali differenze?

Il Cetearyl Alcohol non ha niente a che vedere con l’alcool denaturato, che possiamo senza dubbio definire il suo esatto opposto, trattandosi di un solvente che viene spesso utilizzato come conservante o per accompagnare ingredienti prettamente naturali.

Ma a parte tutto, l’alcool denaturato è davvero così dannoso come temiamo? Per la sua forte azione sgrassante, se l’alcool denaturato non è inserito all’interno di una formulazione appropriata può irritare le pelli particolarmente sensibili; per questo molte persone decidono di evitare a prescindere quei prodotti che lo contengono, specialmente nella sua forma sintetica. Ma in realtà, come abbiamo già detto, se il dosaggio è adeguato e se è ben compensato da tutti i restanti ingredienti del cosmetico allo scopo di attutire il suo potere, anche i soggetti con la pelle secca e delicata potranno utilizzarlo in totale tranquillità.

Da che mondo è mondo, anzi, vengono usate soluzioni contenenti alcool per la loro azione disinfettante sulla pelle e persino per il cavo orale, dal momento che esistono anche colluttori che ne contengono una percentuale. Soltanto l’alcool puro, a una concentrazione di almeno il 70 %, può generare irritazioni o seccare la cute. Un cosmetico che ne contiene, per esempio, il 10 o 20 %, molto raramente causerà danni alla pelle, e se ciò si verificasse sarebbe più facile attribuire la colpa a tutti gli altri conservanti contenuti nel prodotto. Solo in caso di pelli eccessivamente secche e sensibili o in presenza di malattie cutanee chiedete il parere del vostro medico o, ancor meglio, di un dermatologo che saprà suggerirvi il prodotto più adatto alle vostre esigenze.

Dunque, tornando al Cetearyl Alcohol, la sostanziale differenza sta nel fatto che quest’ultimo, così come tutti gli altri emulsionanti, non ha un potere sgrassante, perciò, se siete inesperti in materia, l’unica cosa che potrebbe trarvi in inganno è il nome.

Ora sapete che stiamo parlando di due sostanze del tutto diverse tra loro: è importantissimo essere coscienti fino in fondo dei prodotti che si acquistano e degli ingredienti che essi contengono, prestando attenzione soprattutto ai dosaggi, senza mai sottovalutare ciò che si va ad applicare sulla propria pelle.

Difficilmente potreste essere allergici agli emulsionanti come il Cetearyl Alcohol, poiché di solito non causano problemi né irritato in alcun modo la pelle, tanto da essere utilizzati anche nei prodotti eco bio: quale miglior garanzia di sicurezza?