Lacca per capelli fai da te

Lacca sì o lacca no? C’è chi non sa rinunciare al potere fissante di questo prezioso cosmetico e chi, attento anche alla causa ambientale, ha smesso di usarla in quanto comunemente ritenuta un prodotto altamente inquinante e, diciamola tutta, non esattamente salutare (è stato provato ad esempio che se usata dalle donne incinte può causare malformazioni nel feto riguardanti soprattutto gli apparati genitali).

Se non sai deciderti perché non vuoi danneggiare te stessa o il piccolo che porti in grembo, ami la natura ma anche la tua messa in piega, la soluzione è solo una: la lacca fai da te!

Crea da te la tua lacca per capelli

Dato che, come appena visto, sarebbe meglio abbandonare la vecchia lacca per capelli, è ora di trovare un sostituto, magari un prodotto di pari efficacia, profumatissimo e soprattutto naturale. No, non si tratta di utopia, ma di qualcosa che potrai tranquillamente realizzare a casa e che non ti farà per niente rimpiangere i più comuni prodotti chimici.

Iniziamo con una piccola distinzione; la ricetta da seguire cambierà, anche se lievemente, in funzione del tipo di capello da trattare. Hai una cute grassa? Sì, si tratta di una vera seccatura, ma con i prodotti giusti potrai limitare al massimo i danni. In questo caso per realizzare la tua lacca dovrai procurarti un bel limone di cui userai tanto la buccia quanto il succo, 5 gr. esatti di zucchero semolato, 150 ml di acqua distillata ed in ultimo un paio di gocce di olio essenziale all’aroma di arancia amara. Qualora invece i tuoi capelli fossero secchi e sfibrati (non c’è che dire; anche questa è una bella scocciatura) utilizza gli stessi ingredienti, ma sostituisci al limone un’arancia.

Adesso che hai tutto puoi metterti all’opera: sbuccia il frutto che hai scelto e tieni da parte tutta la scorza; ti servirà in seguito. Fatto ciò, spremi l’agrume e metti il succo ricavato all’interno di una pentola in cui avrai nel frattempo provveduto a versare anche l’acqua distillata (ricordati che, contrariamente a quanto ritenuto da molti, acqua distillata ed acqua demineralizzata non sono sinonimi. Accertati quindi di non sbagliare quando fai la spesa).  Lascia bollire il tutto sin tanto che non trascorrano circa 60 secondi. A questo punto travasa il liquido in un secondo contenitore ed unisci al composto la scorza del limone o di arancia. Ora ti serve un po’ di pazienza (oltre che un po’ di spazio in frigo). La miscela che hai sin qui ottenuto non può ancora essere utilizzata. Dovrai lasciare che il tutto maceri per circa una settimana all’interno di un contenitore che conserverai in frigo (dato che la prudenza non è mai troppa, allega un bigliettino in cui scriverai a caratteri cubitali qualcosa del tipo “Non toccare”, soprattutto se a casa hai dei bambini piccoli o un marito enormemente distratto). Trascorsi i 7 giorni, versa il composto in un flaconcino dotato di spruzzino, agita la tua lacca per capelli fatta in casa e comincia a testarla sulla tua chioma; soddisfatta?

Perché produrre in casa la tua lacca per capelli?

Beh, della questione ambientale e dei problemi legati alla salute tua e di un eventuale feto abbiamo già discusso in precedenza. Se né l’uno né l’altro motivo bastano a convincerti ad abbandonare per sempre le lacche chimiche, considera anche che:

  • i prodotti cosmetici realizzati in casa sono senza dubbio più economici rispetto a quelli industriali
  • saper ricorrere al fai da te ti consente di poter avere a tua disposizione tutto ciò che desideri in qualsiasi momento: non hai bisogno di correre in farmacia, al supermercato o in profumeria quando finisce la lacca o qualunque altro prodotto cosmetico, puoi benissimo ottenerlo autonomamente!
  • vuoi mettere il divertimento e la soddisfazione di provvedere da te alla realizzazione dei tuoi cosmetici?