Acne tardiva cause, rimedi naturali e consigli

D’accordo avere la pelle di una ragazzina, ma avere anche la tipica acne da adolescente magari no! Se pensavi, passata quella fase della vita, di essere sfuggita a questa maledizione ed invece ti ritrovi in età matura con un viso pieno di puntini sgraziati, sei una vittima dell’acne tardiva. Ma non impensierirti più di tanto, c’è rimedio!

Acne tardiva: le cause

Prima di passare alla soluzione, come spesso avviene in ambito medico e cosmetico, è bene soffermarsi sulla causa del problema. Soltanto in questa maniera riuscirai a trovare la cura più adatta al tuo caso e liberarti, stavolta per sempre, di quegli odiosi brufoli che nascono incontrollati sul tuo viso. Le cause del fenomeno sono in linea generale riconducibili a:

  • stress e momenti di ansia: in questo caso, è chiaro, dovrai modificare qualcosa nella tua vita, trovare delle soluzioni a problemi opprimenti o, perché no, cambiare lavoro. L’importante è che, individuato ciò che ti fa star male, tu possa reagire e curare l’acne aiutandoti magari anche con dei rimedi naturali
  • scompensi ormonali: in questo caso, molto probabilmente, il tuo corpo ti avrà anche mandato altri segni rivelatori. Fai caso a cosa non va e parlane con il tuo medico curante il quale saprà di sicuro indicarti i necessari esami clinici a cui sottoporti
  • utilizzo sconclusionato dei cosmetici: se ti trucchi in maniera eccessiva, non togli il cerone nemmeno a casa o in spiaggia o utilizzi prodotti non adatti alla tua pelle, l’acne sarà il minore dei problemi che dovrai risolvere (ma partiamo da questo…)

Potrai riconoscere l’acne tardiva da una massiccia presenza di bolle e punti neri sul viso. L’importante è che, una volta accertato il problema, tu non prenda l’abitudine di mascherarlo con cosmetici grassi o preparati chimici che non faranno altro che accentuare il tuo inestetismo.

I rimedi naturali

Molti sono gli ingredienti naturali capaci di attenuare il fastidio (per curarlo del tutto bisogna infatti decidere di non sottoporsi ad un trattamento meramente sintomatico, ma risolvere il problema medico di cui esso è manifestazione). E’ possibile in questo caso distinguere così i vari rimedi:

  • trattamenti da applicare direttamente sulla pelle: rientrano in questa categoria i composti all’aloe vera, le maschere a base di argilla, gli oli essenziali e gli impacchi a base di bicarbonato
  • trattamenti a base di sostanze ingeribili o da applicare direttamente sul viso: fanno parte della categoria invece le tisane e le creme a base di bardana o di ippocastano
  • trattamenti unicamente somministrabili per via orale: ci si riferisce in questo caso soprattutto ai probiotici. I cosiddetti fermenti lattici vivi infatti possono in qualche modo riequilibrare alcune funzioni vitali dell’organismo. Ciò porta, in tempi relativamente brevi, persino all’eliminazione dalla pelle di inestetismi quali l’acne

La lotta contro l’acne tardiva però non passa soltanto dai succitati trattamenti. In genere, dato che il corpo umano è una macchina da mantenere sempre in perfetto equilibrio, l’uso dei prodotti appena elencati va accompagnato da alcuni semplici accorgimenti, quali ad esempio adottare un’alimentazione tendenzialmente sana in cui frutta e verdura la facciano da padroni, bere parecchio (circa 2 litri di acqua al giorno), scegliere prodotti cosmetici che non abbiano una base grassa e, per quanto possa essere forte la tentazione, non rompere mai quelle odiose bolle che ti deturpano il viso; servirebbe soltanto ad espandere l’area su cui agiscono i batteri responsabili dell’acne tardiva.

Ricorda infine che, nel caso in cui nessuno dei suddetti metodi avesse esito positivo, sarà meglio rivolgerti ad uno specialista soprattutto se sospetti che alla base dei tuoi problemi possa esserci ansia (consulta uno psicologo, magari in poche sedute potrai liberarti di tutti i tuoi guai) o uno scompenso ormonale (il medico generico prima ed un endocrinologo poi sapranno chiarirti ogni dubbio).